1

Creare Lapbook con MIT App Inventor 2 – tutorial parte 3

Terzo step del nostro tutorial che si propone di suggerire alcune soluzioni per creare Lapbook utilizzando MIT App Inventor 2 (qui per la prima parte, qui per la seconda e qui per tutti i tutorial dedicati a MIT App Inventor 2).

Dicevamo nei post precedenti che, oltre a Lapbook legati ad argomenti e contenuti della didattica e del sapere scolastico, troviamo interessante l’ipotesi di utilizzare tale idea per creare un’App basata su una esperienza quotidiana motivante.

Ciò al fine di aiutare il soggetto (magari  con qualche difficoltà cognitiva) a migliorare il suo orientamento alla realtà, rielaborando nessi temporali, relazionali, spaziali, strumentali.

Eravamo quindi partiti dalla lezione di equitazione e avevamo, nel secondo tutorial, preparato uno screen in cui il bambino poteva giocare a preparare uno zainetto con gli oggetti necessari alla lezione.

In questo post ci concentriamo invece sulla dimensione temporale che permette di collocare l’impegno del bambino all’interno della settimana.

MIT App Inventor 2 Tutorial Italiano Lapbook orientamento alla realtà disabili

Screenshot dell’home della nostra App. Clicca per ingrandire

Lavoriamo sul “Quando”

Continua a leggere

1

Creare Lapbook con MIT App Inventor 2 – tutorial parte 2

Seconda parte del nostro tutorial che si propone di suggerire alcune soluzioni per creare Lapbook utilizzando MIT App Inventor 2 (qui per la prima parte e qui per tutti i tutorial dedicati a MIT App Inventor 2).

Perché un Lapbook digitale?

  1. Per fruire in modalità diretta di più canali (video, audio, musica)
  2. Per avere accesso a grandi basi di dati
  3. Per garantire un risultato estetico alla portata di tutti
  4. Per stimolare una visione interdisciplinare del sapere (superando la dicotomia tra sapere umanistico e tecnico/scientifico)
  5. Per predisporre tecniche e accorgimenti per l’accessibilità in caso di disabilità
  6. ……

Oltre a Lapbook legati ad argomenti e contenuti della didattica e del sapere scolastico, troviamo interessante l’ipotesi di utilizzare tale idea per creare un’App basata su una esperienza quotidiana motivante.

Ciò al fine di aiutare il bambino (magari  con qualche difficoltà cognitiva) a migliorare il suo orientamento alla realtà, rielaborando nessi temporali, relazionali, spaziali, strumentali.

La lezione di equitazione può essere un esempio calzante.

MIT App Inventor 2 Tutorial Italiano Lapbook orientamento alla realtà disabili

Screenshot dell’home della nostra App. Clicca per ingrandire

La costruzione della App

Continua a leggere

1

Timer “analogico” con MIT App Inventor 2

Un nuovo esempio di come MIT App Inventor 2 ci possa aiutare a creare App molto personalizzate e, quindi, a predisporre strumenti davvero utili, “tagliati su misura” (e sappiamo quanto questo sia importante quando si parla di disabilità!).

Oggi proviamo a progettare e realizzare un Timer “analogico”.

MIT App Inventor 2 App Disabilità Apprendimento Educational Technology

Perchè un Timer?

Perchè misurare il tempo che passa e, soprattutto, sapere quando è il momento in cui si verifica un determinato evento, è un’esigenza di tutti: è una competenza centrale per orientarsi nella realtà quotidiana e non essere presi da ansia e disorientamento continuo.

Perchè analogico?

Perchè la competenza di lettura di un orologio (tradizionale o digitale) non è affatto scontata!

Continua a leggere

2

MIT App Inventor 2: la Scansione per agire le scelte

Nuovo post finalizzato a suggerire utilizzi di MIT App Inventor 2 per applicazioni il più possibile personalizzate, create “su misura” e non standardizzate (trovate qui tutti i precedenti contributi).

Oggi parliamo di difficoltà motorie: le tecnologie touch possono costituire un’opportunità per “portare il corpo” dentro alla tecnologia e al processo di apprendimento ma, se ciò è vero, occorre predisporre soluzioni anche per persone con limitazioni motorie.

Cosa è la scansione? E’ un procedimento che consente di individuare e selezionare un elemento appartenente ad un insieme attraverso scelte successive, compiute in sottoinsiemi sempre più piccoli.

MIT App Inventor 2 Scansione Disabilità Apprendimento

In altre parole, con una prima scelta, la persona seleziona un insieme di elementi differenziandolo da altri insiemi. Secondariamente, all’interno dell’insieme selezionato, sceglierà un secondo sotto-insieme…e così via sino ad arrivare al singolo elemento da selezionare.

Continua a leggere

0

Perché “Il Sarto delle App”?

Perché l’immagine del Sarto richiama la cura dell’artigianalità, la lavorazione “su misura” che calza a pennello, il rapporto diretto con il cliente…per caso queste caratteristiche ricordano gli elementi imprescindibili di un altro tipo di lavoro, quello educativo?

Le tecnologie offrono grandi possibilità nel campo della didattica e della abilitazione/riabilitazione, ma comportano anche grandi rischi:

  • la standardizzazione dell’esperienza
  • la logica ripetitiva e addestrativa
  • lo scollamento tra il produttore di tecnologia e l’utilizzatore della stessa
  • da ultimo, ma non meno importante, un costo che a volte esclude

Il Sarto delle App è un progetto che cerca di esplorare alcune tecnologie in una logica differente per creare strumenti, magari meno impeccabili dal punto di vista estetico, ma sensati (dotati di senso) per esperienze educative:

  • Centrate sulla singola persona
  • Funzionali e abilitanti
  • Co-costruite con gli utenti

Usiamo tecnologia Open Source (in primis MIT App Inventor 2 e Arduino) e condividiamo idee e codice.